Monday, June 07, 2010

Mondiali e USA

I mondiali di calcio sono in arrivo e sono una delle ragioni principali per cui il vostro tornera' in Italia e ci stara' un mese e mezzo.

Siccome vi immagino un po' casuali nel vostro interesse sportivo, volevo lasciarvi qualche nota di colore su Mondiali e USA

Questi sono i primi mondiali che verranno seguiti con interesse mediatico di primo piano negli USA.
- Chicago e' tappezzata di orrendi manifesti della ESPN che pompano l'evento internazionale.
- Se ne parla durante le telecronache dei playoff NBA.
- La prima partita degli USA e' contro l'Inghilterra. E' stata pompata in lungo e in largo: oltre agli innumerevoli riferimenti all'indipendenza, pare che, in epoca antidiluviana (anni '50 o qualcosa del genere), gli USA abbiano battuto l'Inghilterra in una partita dei mondiali--the greatest upset in world cup history, come dicono qui.
- La stessa ESPN ha (presumibilmente) coperto di denaro Nate Silver (il tipo che aggregava i sondaggi su fivethirtyeight.com durante le presidenziali del 2008) per mettere in piedi una sorta di modello statistico del calcio (breve recensione: Silver non c'ha capito una sega, se dovessi usare le sue "percentuali di vittoria" per fare delle scommesse lo metterei in mutande).

In sostanza, gli Americani ancora non capiscono molto, ma la buona volonta' c'e', cosi' come il desiderio di appassionarsi.

Eppure... l'idiozia della FIFA potrebbe distruggere tutto. Pare che in Sud Africa viga la tradizione di portarsi alla partita delle trombette monotonali ("vuvuzelas") e suonarle in continuazione. Non so se le avete sentite l'anno scorso alla Confederations Cup, ma fanno praticamente il suono di uno sciame di zanzare delle dimensioni della via lattea. Lo per tutta la partita, senza soluzione di continuita'.

La FIFA ha deciso di non vietarli: ogni appassionato di calcio dovra' sopportare di vedere la partita accompagnato dalla marcia delle cavallette.

Buon divertimento.

6 comments:

Alice said...

Tanto io di solito non le vedo le partite...:P

A. said...

Sono pronto a frantumare i miei record di presenza davanti al pallone che rotola. Non ci posso fare nulla, ho smesso pure di fumare oramai, quindi è l'ultima droga che mi concedo.

A.

dancin' fool said...

asserisco. sono qui con le vuvuzelas da una settimana :-|

dancin' fool said...

volevo "assentire", cioè ;)

Moky said...

col senno di poi... leggo oggi il post e penso che tutto il mondo concordi che ste vuvuselas sono le trombette del diavolo!!
Peccato per come sia poi andato per l'Italia... e gli USA...

Moky said...
This comment has been removed by the author.