Wednesday, June 09, 2010

...in cui si tratta della comprovata non-cecita' della sfiga.

Domani torno in Italia, dicevo. E oggi avevo deciso di celebrarlo a questo modo facendo la strada dall'universita' a casa in bici (stiamo sui 23-25 km). Ho portato la bicicletta in treno fino ad Evanston, con l'idea di tornare sulle due ruote.

Segue il diario dell'avventura.

Ore 5:30 PM. Armato di un buonumore sensazionale esco dal dipartimento e mi avvio alla volta di casa.

Ore 5:31 PM Il buonumore compensa la scomodita' della situazione: in spalla ho lo zaino con il laptop e due libri che vorrei portare con me in Italia, e per non avere un aspetto ridicolo avevo deciso di andare in universita' con dei pantaloni lunghi (che in lunghe corse in bici sono scomodi assai).

Ore 6:16 PM. Attorno ai 2/3 del percorso, poco dopo lo zoo di Lincoln Park, esco dalla pista ciclabile che e' sul lago Michigan e mi avvio verso l'interno. Progetto: fare un salto dall'Home Depot per comprare un vaso (questa ve la racconto separatamente), e poi finire l'ultimo pezzo della strada.

Ore 6:18 PM. Mi rendo conto di essere uscito un po' troppo a Sud per l'home depot. Amen.

Ore 6:30 PM. Sento uno schioppo e una sensazione familiare di scomodita' nella corsa della bici.

Ore 6:30:02 PM. %$%%#@%%#@@#$%%%%% Ruota bucata.

Ore 6:31 PM. Mi guardo un po' intorno per capire come tornare a casa. Mi dico: "hm, la Sears Tower e' vicina. Io abito vicino alla Sears Tower. Magari me la faccio a piedi, saranno una ventina di minuti.

Ore 6:40 PM. Passo in mezzo a Cabrini-Green, una zona di Chicago con una storia agghiacciante e incredibile che vi raccontero' un'altra volta. Vedo un isolato in cui ci sono quattro cavalli. Potrebbe essere un'allucinazione, ma ho fatto una foto ai cavalli.

Ore 6:51 PM. La Sears Tower pare sempre alla stessa distanza. A questo punto mi ricordo: la Sears Tower e' il piu' alto grattacielo negli USA.

Ore 7:30 PM. La ventina di minuti in realta' era piu' un'ora in pieno sole, con lo zaino, i pantaloni lunghi, la bicicletta con la ruota bucata e il sudore della corsa. Arrivo a casa completamente esausto.

Per fortuna domani parto. La bicicletta si riparera' in Agosto. :)

6 comments:

Demonio Pellegrino said...

e meno male che non ti sei preso una coltellata a cabrini. Buon viaggio!

palbi said...

Usti stai in italia fino ad agosto? Spassatela !!!

A. said...

ahahah splendido il cliffhanger per la prossima stagione! ;-)
We, se capiti in toscana manco a dirlo eh! Devi farti vivo. Anzi. Vieni in toscana così ci si vede.
Buon viaggio,

A.

nonsisamai said...

a me incuriosisce la storia del vaso, buon viaggio!! :)

fabio r. said...

%$%%#@%%#@@#$%%%%% è uno slang locale, vero?

Moky said...

Mi sa che la mia nuvola fantozziana si era spostata nel midwest...
Anche io sono curiosa di sapere del vaso: l'hai portato in Italia? O era per dei fiori per la dolce meta'?