Friday, February 18, 2011

Comprare Casa negli USA (parte 1)

Come avevo annunciato, sono alla ricerca di un appartamento da comprare. Siccome ci avviciniamo alle fasi finali del processo, volevo descrivervi la situazione un po' piu' in dettaglio. Oggi parliamo in termini molto generali.

L'area.

Al contrario di Roma e San Francisco, il mercato immobiliare di Chicago e' relativamente omogeneo. Il fatto che la citta' sia cosi' piatta e priva di punti davvero privilegiati fa si' che ci siano relativamente poche dimensioni d'interesse.

Vero, le case sono economiche nelle zone piene di case abbandonate in cui rischiate di prendervi un proiettile mentre attraversate la strada, ma quelle zone sono appunto off-limits.

Voler preservare integra la propria esistenza restringe un po' la scelta, ma comunque lascia ampio margine.

A tagliare un po' con l'accetta, dato che lavoro a Nord della citta', il primo criterio elimina tutto il South-side ed alcune parti ad ovest del centro.

Una seconda dimensione di prezzo e' la distanza dal centro. Piu' si va verso Nord, rispetto al centro e piu' gli appartamenti si fanno economici (forse sorprendentemente, quando invece uscite dalla citta' ed arrivate nei sobborghi i prezzi si rialzano).

Un problema pero' e' che mentre le zone immediatamente adiacenti al centro sono belline, molto verso nord e molto verso ovest la citta' diventa rapidamente anonima o semplicemente pericolosa.

La terza dimensione e' la vicinanza al lago. Oltre all'ampiezza della vista sul lago, l'altro beneficio e' che proprio a ridosso del lago c'e' (almeno per quasi tutto il North Side) un bel parco che da' un respiro completamente diverso alla zona.

Purtroppo, pero' gli appartamenti vicino al lago si dividono molto chiaramente in tre categorie.

Categoria:
a) appartamento in grattacielo strafico, con piscina palestra portiere etc. nel condominio. Unico neo, il condominio, per un appartamento di 80-90 mq costa fra i 700 e i 1200 dollari al mese. Cioe' oltre al mutuo, praticamente, dovete pagare una sorta di affitto al condominio.
b) semi-catapecchia costruita nel 1920 in cui i termosifoni ad acqua fanno fatica a tenere
c) appartamenti non in vendita.

Riassunto:
+ Evitare il South-side.
+ Relativamente vicino al centro.
- Vicino al lago.

Fatti tutti i calcoli, e considerata la semplicita' dei trasporti, la migliore zona per noi e' quella in cui abitiamo al momento, il West Loop. La coincidenza e' fortunata perche' la zona ci piace molto, e perche' e' da quasi un anno che gironzoliamo negli appartamenti della zona (dei quali si trattera' nella parte 2).

2 comments:

minneapolis said...

evviva evviva il blog é tornato!

Anja said...

In bocca al lupo!!! (e bravi, circoscrivere bene la zona è il primo indispensabile passo, altrimenti si diventa davvero scemi a guardare case ovunque!)